Anno III - Numero 26
Riflettere è considerevolmente laborioso; ecco perché molta gente preferisce giudicare.
José Ortega y Gasset

martedì 24 gennaio 2017

Come ha reagito l’Europa alla “Hard Brexit” annunciata da Theresa May

"Meglio lasciare l’Ue del tutto, che firmare un cattivo accordo”. Questa la posizione di Theresa May, il Primo ministro britannico che martedì 17 gennaio, ha delineato la strategia per le negoziazioni della Brexit del Regno Unito

di Alexander Damiano Ricci

May ha messo in chiaro che le priorità assolute sono la sottrazione del suo Paese alla giurisdizione della Corte europea e il blocco dell’immigrazione. Inoltre, ha fatto intendere che,
nel caso in cui non si dovesse arrivare a un accordo mutuamente vantaggioso sul commercio, il Regno Unito potrebbe tranquillamente optare per un’opzione radicale, che vedrebbe il Paese trasformarsi in un centro di gravità finanziario e competitivo assoluto.

Continua la lettura su Left.it
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...