Anno III - Numero 48
Chi non dubita, non grida.
Nicolás Gómez Dávila

martedì 10 ottobre 2017

Le auto elettriche? Creano più CO2 di quanta ne evitino

Obama prima di lasciare la Casa Bianca andò a Berlino lasciando ufficialmente ai tedeschi lo scettro del globalismo. Grazie alla sua spudoratezza abbiamo capito chi è il team di globalisti che intenderebbe cavalcare per propri profitti questo nuovo trend globale: peccato che rispetto a quelli passati rischi di essere una enorme truffa

di Mitt Dolcino

Il prodotto che a buon titolo potrebbe rappresentare la truffa del secolo – in termini di danno marginale, non di vantaggio per la comunità – secondo me non mangerà il panettone del 2019. Parlo delle auto elettriche.

Pensateci bene, le grandi fortune si sono fatte dal 1850 in avanti cavalcando le grandi innovazioni: i trasporti, l’elettricità, il telefono, l’automobile, la catena di montaggio, i computer, le telecomunicazioni avanzate, internet, i biocombustibile. E tutte sono state amministrare dagli americani, con la buona collaborazione italiana dovrei dire. Una buona parte di dette invenzioni (telefono, computers, biocombustibili) sono state infatti intuizioni nostrane.

Oggi qualcuno pensa di cavalcare l’onda delle auto elettriche e, notasi bene, sarebbe il primo macro trend fuori dai confini USA.

Il problema è che tale potenziale fonte di enormi profitti è dannosa per l’ambiente e non mantiene assolutamente le promesse: dico io, ma come si fa a fidarsi delle parole dei tedeschi, abbiamo visto con il dieselgate che razza di truffa planetaria hanno messo in piedi.

Per capire le cose la ratio da seguire è sempre quella insegnata ai latini del giudice Falcone: segui il denaro (“follow the money”).

Sia col diesel sporco ma pulito (o forse molto sporco) del Dieselgate che con le auto elettriche qualcuno ha raccontato un sacco di bugie. E quel qualcuno in entrambi i casi voleva farci su un sacco di soldi. Guarda caso il soggetto in questione è lo stesso, sia sul diesel che sulle auto elettriche: le industrie tedesche.

Premesso che la tecnologia diesel potenzialmente sembra essere, una volta eliminate le PM e le PN, assai promettente (esistono già metodi del costo di qualche centinaia di euro ad auto, su tecnologia a celle a combustibile, per di fatto azzerare le PM e dimezzare le PN), quella sulle auto elettriche si sta dimostrando ogni giorno che passa una emerita fregatura, almeno allo stato attuale della tecnologia di produzione dell’energia primaria. Nessuno vi dice tutto questo, altrimenti “ciao auto elettriche”, ma credetemi che è così…

Continua la lettura su Scenari Econonomici
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...